Digitare le virgolette caporali dei dialoghi usando solo due tasti

Adoro scrivere i dialoghi. Non a caso mi piace anche scrivere testi per il teatro e sceneggiature per il grande e piccolo schermo. Mentre i copioni hanno una loro precisa formattazione per i dialoghi, nei libri ogni editore adotta delle ben precise convenzioni tipografiche. Personalmente mi piacciono parecchio le virgolette acute, dette anche “caporali”.

Di seguito un esempio di questo tipo di virgolette tratto dal mio romanzo Il Golem:

John tacque, palesemente spiazzato dalla retorica di James.

«Non voglio mettere in dubbio la vostra storia, signor Smith, ma ammetterete che non è un motivo sufficiente per andare al museo e dare credito a quanto scritto in questa lettera.»

Jonathan si inserì nel discorso: «E se provassimo? Cosa ci costa?»

«Anche voi, signor Wilbur?» disse James con tono sorpreso. «Voi artisti siete tutti così suscettibili?»

In moltissimi libri è questo il formato utilizzato per formattare i dialoghi. Alcune case editrici prediligono il trattino semplice, ma personalmente preferisco questo.

Come si scrivono?

Ecco la parte più complicata. Se usate Windows, per scrivere la virgoletta aperta “«” dovete tenere premuto il tasto Alt e premere, in sequenza, i tasti 0171 sul tastierino numerico (ricordate prima di attivare il Bloc Num con l’apposito tasto posto di solito al di sopra del tastierino numerico). Per la virgoletta chiusa “»” tenete premuto Alt e digitate la sequenza 0187. E’ importante sia digitare queste sequenze con il tastierino numerico che digitare lo zero iniziale. In altri casi non verranno mostrate.

So cosa state pensando: nella foga della scrittura, nell’estasi dell’ispirazione e nel massimo della concentrazione non posso certo digitare queste complicate sequenze numeriche ogni volta che devo aprire e chiudere un dialogo! E avete ragione. Sicuramente questa procedura è lenta e spezza parecchio il ritmo meccanico della scrittura. Per questo motivo io utilizzo una macro registrata per inserire, con una sola combinazione di tasti, entrambe le virgolette e posizionare il cursore tra loro, così da cominciare a scrivere il dialogo direttamente.

Una macro per Word

Per fortuna, Microsoft Word e altri editor di testo avanzati quali Apache OpenOffice offrono la possibilità di registrare ed eseguire le macro, ovvero istruzioni ripetute sempre uguali. Il vantaggio è che a una macro si può associare una combinazione di tasti, il che ci aiuta a eseguire quella determinata operazione in un attimo.

La macro che ho fatto io fa si che, alla pressione della combinazione di tasti Alt+Z, Word inserisca automaticamente le virgolette aperta e chiusa e posizioni il cursore di scrittura in mezzo a loro, così ciò che scriviamo nel seguito, ovvero la battuta del dialogo, sarà già inglobato tra le due virgolette. Vediamo come si fa.

Prima di tutto apriamo Word e posizioniamoci sul tab Visualizza. Premiamo la freccetta sotto il pulsante Macro e selezioniamo Registra macro.

Si aprirà la finestra che vedete qui sotto. Date un nome qualsiasi alla macro (io ho usato Virgolette) e cliccate sul bottone Tastiera.

Nella finestra seguente posizionatevi sulla casella Nuova combinazione e digitate la combinazione di tasti che vorreste utilizzare per inserire le virgolette. Io di solito uso Alt+Z perché mi viene più comodo, ma in questo esempio vi riporto Alt+<. Ovviamente potete scegliere la combinazione che volete, purché non sia già stata utilizzata per un’altra funzione.

Cliccate su Assegna e poi su Chiudi e verrete riportati nella finestra principale di Word. A questo punto qualsiasi tasto voi premerete verrà utilizzato per registrare la macro, quindi è di fondamentale importanza che gli unici tasti che premerete siano quelli di questa sequenza:

  • Tenendo premuto Alt digitate la sequenza 0171 con il tastierino numerico.
  • Lasciate Alt, poi premetelo nuovamente e, tenendolo premuto, digitate la sequenza 0187
  • Lasciate Alt e premete il tasto con la freccia rivolta a sinistra così da spostare il cursore in mezzo alle due virgolette.

A questo punto ritornate nel menu Macro e scegliete Interrompi registrazione.

Fatto! Da adesso in poi, per qualsiasi documento Word voi aprirete, ogni volta che premerete simultaneamente i tasti Alt e < verranno scritte in automatico le virgolette caporali e il cursore di scrittura verrà posizionato in mezzo a loro.

Le macro sono state introdotte per estendere le funzionalità dei software della suite di Office, ma all’occorrenza possono essere utilizzate anche per risolvere piccoli problemi come questo. Devo dire che mi trovo molto bene con questa funzionalità di Word. La uso ormai in automatico mentre scrivo e vi garantisco che premere due tasti vicini contemporaneamente è decisamente più veloce che digitare una sequenza la quale, diciamocelo, è anche facile da sbagliare se si è abituati a scrivere velocemente.


Condividi su:

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

12 Commenti

  1. Cris

    ciao, grazie per le utili indicazioni sulle macro. ho provato e ha funzionato a primo colpo. io però avrei un’altra necessità, forse tu mi sai aiutare. quando scrivo il dialogo, a parte il fatto che uso il trattino lungo, vorrei che la prima lettera fosse maiuscola, come dopo il punto, per intenderci. sai se è possibile attivarla con la macro?

    grazie!

    Replica
    1. Gianluca (Autore Post)

      Ciao! Probabilmente è possibile creare una macro che faccia questo in automatico, ma in questo momento non mi viene in mente niente. Non so neanche se esiste qualcosa di già scritto, in effetti. Purtroppo non so dirti altro, mi spiace.

      Replica
      1. Cris

        ok, grazie gianluca. cercherò in giro per il web.
        complimenti per il blog, molto carino. ci tornerò volentieri, abbiamo diversi interessi in comune! :) io sto scrivendo un fantasy e ho nel mio “cassettino mentale” un trhiller (in stadio embrionale).
        ti farò sapere se trovo qualche indicazione sulla macro.
        a presto!

        Replica
        1. Gianluca (Autore Post)

          Figurati! Grazie per i complimenti! Lieto che il blog ti piaccia :)

          Per i tuoi libri fammi sapere, così quando li pubblichi li segnalo qui!

          Replica
  2. Luca

    Un suggerimento per tutti, per chi scrive e desidera utilizzare i caporali eviterei di utilizzare macro complicatissime e la combinazione di tasti assurdi. I caporali vanno inseriti nella correzione automatica, in questo modo potrete premere solamente il tasto di maggiore per « e il medesimo tasto +maiusc per ». ma se uno vuole può eliminare il trattino e trasformarlo in » se non vuole la combinazione di due tasti.
    Ciao a tutti.

    Replica
  3. Irene Sartori

    Grandioso! Non sapevo più come fare per scrivere i caporali in modo comodo… Utilizzavo la correzione automatica, ma ogni volta ero costretta a tornare indietro perché venissero fuori. Fantastico!

    Replica
    1. Gianluca (Autore Post)

      Ciao! Lieto che ti sia servito! Si, è sicuramente molto meglio con le macro che con la correzione automatica.

      Replica
  4. Valentina

    Grazie Gianluca! Geniale!

    Replica
    1. Gianluca (Autore Post)

      Grazie! Lieto di esserti stato d’aiuto!

      Replica
  5. Giovanni

    grazie! lo cercavo da tempo…

    Replica
  6. sarah

    Ciao a tutti. Ho da poco preso un pc Asus e l’unico problema che ho sono proprio le virgole caporali perché, anche se sono segnate sulla tastiera, non riesco a farle con nessuna combinazione di tasti. Ho provato ad utilizzare il metodo riportato su questa pagina ma non riesco a trovare l’opzione ‘macro’ qui riportata. Qualcuno può aiutarmi?

    Replica
  7. Emanuele

    Grazie per la guida, ho creato anche la macro per la “È”, prima digitavo Alt+0200

    Replica

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>