Il cuore di Quetzal – La Chimera

Dopo aver conosciuto la Fenice nell’articolo della scorsa settimana, oggi vi parlo di un’altra divinità presente nell’universo del mio romanzo Il cuore di Quetzal. Purtroppo per Baltak, questo personaggio non sarà molto amichevole.

La Chimera è un gigantesco mostro con due teste, una di leone e una di capra, il corpo felino e la coda che termina con la testa di un serpente. Dalle fauci di leone può sputare fuoco come un drago. E’ una divinità al centro di un culto molto antico e cruento. I suoi adepti la chiamano “dea del sangue e della morte” e tengono molto nascosta la loro religione. Nessuno sa realmente chi e quanti siano. Si sa solo che, a volte, dai villaggi spariscono misteriosamente bambini o ragazze che poi non ritornano più. Gli adepti della Chimera, infatti, le chiedono favori in cambio di sacrifici umani. Nel buio della montagna nella quale si nasconde, la Chimera attende in silenzio di poter massacrare le vittime che le vengono offerte, placando la sua sete di morte. E’ per questo che il suo culto terrorizza i poveri abitanti dei villaggi del nord.

Di fortissima muscolatura, i suoi artigli d’acciaio straziano anche la roccia più dura, mentre nulla resiste alle fiamme che scaturiscono dalle immani fauci. Baltak dovrà dar fondo a tutta la sua astuzia per poter sconfiggere un avversario così temibile contro il quale la spada non può certo essere d’aiuto.

La chimera di Arezzo.

La Chimera è un outsider, se così si può dire, rispetto alle divinità nordiche. E’ infatti citata nella mitologia greca. La leggenda dice che la Chimera terrorizzava la terra della Licia, al punto che il re Iobate incaricò l’eroe Bellerofonte di ucciderla. Bellerofonte, in sella al cavallo alato Pegaso, conficcò una lancia con la punta di piombo nella gola del mostro. Le fiamme che fuoriuscirono dalla gola della Chimera fusero il piombo, che la soffocò.

Sono sempre stato affascinato da questa creatura della mitologia greca e in particolar modo dalla statua in bronzo che vedete raffigurata qui sopra. Scrivere la battaglia che Baltak ingaggia con la Chimera mi ha divertito tantissimo e mi ha stimolato anche il dover cercare uno stratagemma che gli permettesse di avere la meglio.

Riuscirà Baltak a sconfiggere la Chimera? In che modo riuscirà a sopraffarla? Se siete curiosi di saperlo, leggete il resto del romanzo!

La Chimera non è l’unico essere leggendario che compare nel romanzo. La prossima settimana incontreremo un altro animale mitologico molto famoso: l’unicorno!

Foto | Arte e arti, Nativi Digitali Edizioni


Condividi su:

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>