eBook. Primi passi per la lettura

Dopo aver parlato della differenza tra lettori digitali e cartacei, in questo post proverò a dare una mano a tutti coloro i quali desiderano approcciarsi al libro elettronico ma che hanno le idee un po’ confuse.

Cos’è un eBook?

Il nome eBook è l’abbreviazione di electronic book, che in inglese significa libro elettronico. Non è un libro di carta con una copertina, le pagine etc. bensì un file per computer che contiene i vari capitoli e paragrafi di un libro. Molti di noi hanno sicuramente lavorato almeno una volta con Microsoft Word o hanno letto un file in formato PDF. Un eBook è qualcosa di molto simile a questo tipo di documenti, ma differisce da essi per alcune caratteristiche fondamentali. Prima di tutto è meno pesante in megabyte di un documento Word. In secondo luogo, un eBook permette di ingrandire le parole, aumentare l’interlinea o i margini per facilitarne la lettura. In altre parole, un eBook è un documento ottimizzato il più possibile per essere letto.

Quanti tipi di eBook esistono?

In generale non si parla di tipi, ma di formati. Esistono due grandi famiglie di eBook: gli ePub e i Mobi.

Il formato ePub è il più usato al mondo. E’ open source e molto versatile. Il formato Mobi è invece proprietario di Amazon. L’utilizzo degli eBook nei due formati è praticamente identico, quindi non ci sono problemi a fruire dell’uno o dell’altro. Tutto dipende dal tipo di dispositivo che usate.

Come si legge?

Per leggere un eBook  è necessario un computer o, preferibilmente, un tablet, uno smartphone o un dispositivo chiamato eReader.

eReader

Un eReader (abbreviazione di eBook reader) è una sorta di piccolo computer senza tasti o con pochissimi tasti essenziali il quale è dedicato esclusivamente allo scopo di consultare gli eBook . Si tratta quindi di dispositivi elettronici, molti dei quali hanno un’interessante caratteristica chiamata schermo eInk (o inchiostro elettronico).

eBook con tecnologia eInk

eReader con tecnologia eInk

Questo particolare tipo di schermo non è retroilluminato come gli schermi dei PC o dei tablet. Ciò fa si che gli occhi non si stanchino durante la lettura, contrariamente agli schermi retroilluminati i quali, essendo una fonte luminosa costante, affaticano la vista.

Inoltre, con un eReader potete ingrandire il testo, aumentare l’interlinea, aggiungere note ed evidenziazioni, adattando il libro alle vostre necessità visive.

Kindle di Amazon

Kindle di Amazon

L’eReader più famoso in assoluto è il Kindle di Amazon. Ad oggi viene venduto direttamente da Amazon a circa 60 € e può contenere più di 2.000 libri diversi. Non essendo retroilluminato, la batteria dura tantissimo (anche diverse settimane di autonomia con una singola carica) e garantisce un’esperienza di lettura quanto più simile possibile a quella di un libro cartaceo.

Il Kindle è piccolo e leggero e può leggere i file in formato Mobi, anche se utilizzando Calibre è possibile convertire un file ePub in formato Mobi con pochi click.

Un altro famoso eReader è il Nook di Barnes & Noble, analogamente versatile come il Kindle di Amazon e suo principale rivale commerciale. Con questo dispositivo potrete leggere i file in  formato ePub.

Tablet, smartphone e PC

Questi dispositivi non nascono con l’esplicito scopo di consentire la lettura degli eBook, tuttavia sono abbastanza versatili da permetterne la fruizione mediante apposite applicazioni, tra cui l’applicazione Kindle di Amazon per leggere gli eBook in formato Mobi o decine e decine di applicazioni di terze parti per leggere gli ePub (tra cui Google Play stesso).

eBook Apple

eBook letto su Apple iPad

Rispetto a un eReader con schermo eInk hanno lo svantaggio di avere uno schermo retroilluminato che affatica la vista e consuma maggiore energia. In ogni caso la fruibilità dell’eBook rimane invariata rispetto a un eReader. Anche con un tablet potete modificare le dimensioni del testo, i margini, l’interlinea e aggiungere note.

Dove si conserva?

In generale, un tablet o un eReader hanno memoria sufficiente per contenere migliaia di eBook. La capienza raggiunta da questi dispositivi è talmente alta da essere praticamente illimitata. Basti pensare che il file ePub de Il Golem pesa appena 500 KB e che il mio tablet ha 64 GB di memoria.

Moltissimi servizi quali Amazon o Google Play permettono inoltre di conservare i propri eBook dentro un’area apposita del negozio on-line nel quale è stato comprato. In particolare, è possibile sincronizzare la posizione di lettura alla quale si è arrivati. Se per esempio la sera ci sdraiamo a letto leggendo dal nostro Kindle, la mattina dopo in metropolitana possiamo riprendere la lettura dal nostro smartphone esattamente dal punto nel quale ci eravamo interrotti la sera prima. Il salvataggio dell’ultima posizione letta viene infatti svolto automaticamente dal nostro lettore, il quale propagherà la nostra posizione di lettura su tutti i nostri dispositivi.

Tutto ciò avviene mediante il meccanismo della cloud, che permette di conservare i nostri dati in un’area di Internet nella quale saranno accessibili sempre e solo da noi. In particolare, se dovessimo perdere il nostro Kindle e qualsiasi copia in nostro possesso dell’eBook, non l’avremmo mai persa per sempre poiché sarebbe disponibile nella cloud e recuperabile in qualsiasi momento e su qualsiasi dispositivo in nostro possesso. Una volta acquistato, il nostro eBook non scomparirà mai dalla cloud e sarà per sempre nostro.

Come si compra?

Veniamo a uno degli aspetti che sicuramente scoraggiano maggiormente coloro i quali vogliono approcciarsi al mondo degli eBook: l’acquisto. Gli eBook si comprano on-line e, in generale, per acquistare on-line è necessario possedere una carta di credito. Quando accediamo al nostro negozio on-line preferito e clicchiamo sul tasto “Acquista”, dopo aver confermato l’ordine ci vengono richiesti infatti i dati di una carta di credito. A volte, come succede con Amazon o con Google Play, i dati della carta vanno immessi una sola volta in fase di registrazione per poi essere utilizzati a ogni acquisto.

La carta Postepay è la più famosa prepagata in commercio

Ovviamente non tutti hanno una carta di credito, ma a tutto c’è un rimedio. Esistono infatti delle carte elettroniche che funzionano come delle carte di credito, ma che in realtà vengono ricaricate all’occorrenza e che non necessitano di un conto corrente. Sono infatti delle carte prepagate.

Queste carte vengono emesse da quasi tutte le banche, ma la più famosa è la carta Postepay, emessa da Poste Italiane. Si acquista in un qualsiasi ufficio Postale e si ricarica on-line, a sportello o presso una ricevitoria SISAL.

Le prepagate non necessitano di un conto corrente, vengono emesse a tutti senza alcuna valutazione del rischio di credito e, di solito, vengono rilasciate a vista o al massimo dopo qualche giorno. La carta conterrà sempre e solo i soldi con i quali viene ricaricata. Se venisse smarrita o rubata, si perderebbero solo i soldi in essa contenuti e non ci sarebbe possibilità per l’eventuale ladro di utilizzarne di più. Non dovrete mai avere paura che qualcuno, eseguendo delle transazioni con la vostra carta rubata, vi prosciughi il conto corrente. Inutile dire che per gli acquisti on-line e per la loro facilità di utilizzo e di acquisto, le carte prepagate rappresentano sicuramente la soluzione ideale.

Non preoccupatevi di divulgare i dati della carta a negozi on-line quali Amazon, Google Play, Ibs.it o altri. E’ giusto essere cauti, ma si tratta, in generale, di negozi sicuri che utilizzeranno la vostra carta solo per l’acquisto che volete svolgere e mai per altre attività. Del resto, vivono praticamente solo di questo commercio, quindi devono per forza di cose comportarsi bene se vogliono mantenere la clientela.

Da dove devo cominciare?

Di seguito riepilogo i passi fondamentali da seguire per acquistare un eBook se è la prima volta che lo fate.

Carta prepagata

Andate alla Posta o in banca e fatevi dare una prepagata, nella quale ricaricate una somma abbastanza bassa ma comunque ragionevolmente alta per permettervi di acquistare più libri pagando una sola commissione di ricarica.

Iscrizione a un negozio on-line

Se avete un iPad probabilmente siete già iscritti al negozio Apple iBookStore. Basterà fornire i dati della vostra prepagata, navigare nel negozio on-line e acquistare gli eBook per vederli direttamente nel vostro tablet.

Se avete un tablet Android potete fare la stessa cosa con Google Play Store.

Se invece volete acquistare libri da altri negozi, scegliete quello che vi interessa di più e iscrivetevi, fornendo i dati della vostra prepagata. Personalmente vi consiglio Amazon, Ibs.it e Ultimabooks. Ne basta uno solo. Di solito il catalogo di questi negozi è molto fornito, quindi non dovrete mai, in generale, visitarne più di uno.

Acquisto di un eReader

Se non avete un tablet o se lo avete ma preferite non affaticare la vista quando leggete, è meglio comprare un eReader. Personalmente apprezzo molto il Kindle. Utilizzate la carta di cui sopra per acquistarlo direttamente dal sito di Amazon. Vi arriverà a casa per posta dopo pochi giorni.

Acquisto di un eBook

Navigate nel negozio on-line nel quale vi siete registrati, scegliete il libro che volete acquistare e cliccate su “Acquista”, dopodiché confermate l’ordine. Il negozio addebiterà automaticamente sulla vostra prepagata l’importo del libro acquistato. Se avete comprato un libro in un negozio come ibs.it vi verrà chiesto di scaricare un file, tipicamente con estensione epub o mobi. Quello è il vostro eBook. Collegate il vostro eReader al PC e trasferite il file in esso. Da questo momento potete leggerlo.

Se invece acquistate da un tablet o dal Kindle, potete navigare nei negozi online di Amazon, Google Play Store e iBookStore direttamente dal vostro dispositivo. Quando acquisterete l’eBook, questo verrà trasferito direttamente nel vostro lettore, senza costringervi a collegarlo al PC.

Infine…

Secondo me l’eBook è il futuro del libro. Dopotutto, un eReader si compra solo una volta. Gli eBook costano sempre meno delle edizioni cartacee e quindi il ritorno di investimento dell’acquisto di un eReader è rapido da raggiungere.

Io personalmente uso un Kindle, ma da qualche mese leggo gli eBook dal mio tablet Android. Acquisto i miei eBook solo su Amazon e mi sono trovato sempre bene. Mai un problema con i pagamenti, i file sono sempre arrivati in pochi secondi e con buona qualità.

Spero, con questo post, di aver chiarito quanti più dubbi possibile a chi desideri avvicinarsi al libro elettronico ma che, per qualsiasi motivo, non ha ancora fatto il grande salto.


Condividi su:

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>